Un concerto allunga la vita

18 febbraio 2020, Go East: rassegna dei rapporti Italia - Cina (di Lorenzo Lamperti su China-Files.com)

“Le difficoltà sono temporanee, le amicizie imperiture”. Il messaggio di Xi Jinping rivolto all’Italia, in tempi di coronavirus, non era scontato. Quell’Italia che ha bloccato i voli diretti con la Cina e che, nonostante le rimostranze di Pechino, non li ha ancora riaperti. E, come ha detto il ministro della Salute Roberto Speranza, non intende farlo “finché l’epidemia non sarà vinta”. In realtà, il messaggio del presidente cinese era rivolto in primo luogo a Sergio Mattarella, in prima linea nel mantenere, o meglio ricucire (dopo quella che Repubblica ha definito “crisi diplomatica“), i rapporti con il Regno di Mezzo. Il Presidente della Repubblica, ovviando ai segnali discordanti lanciati a Pechino dal governo Conte bis, ha ospitato alla Cappella Paolina del Quirinale il concerto straordinario organizzato in occasione delle iniziative dell’Anno della cultura e del turismo Italia-Cina 2020. Un anno che sarà concluso proprio da una visita di Mattarella in Cina. Ed ecco che allora il capo dello Stato ha deciso di anticipare il concerto eseguito dalla pianista Jin Ju, alla presenza dell’Ambasciatore della Repubblica Popolare Cinese in Italia, Li Junhua e rappresentanti del governo e delle istituzioni. Xi si è detto “commosso”, mentre Mattarella ha definito il coronavirus “un nemico comune”. Segnali distensivi anche dall’Ambasciata della Repubblica Popolare in Italia, che ha postato su Twitter un’immagine del carico di materiale sanitario spedito via aerea dal governo italiano in aiuto della Cina. Spazio anche per l’ex premier Romano Prodi, il cui messaggio di supporto al popolo cinese è stato pubblicato su Twitter dalla stessa Ambasciata di Pechino.

© 2018 Simone Padoan - IT04471900276 - Italy. All Rights Reserved.